Tgcom24 Viaggi

Lisbona, meta preferita dagli archilovers

Lisbona, meta preferita dagli archilovers

Dopo aver ospitato la quarta edizione della Triennale di Architettura nel 2016 ed essersi aggiudicata quest’anno il Wallpaper Design Award nella categoria “best city”, Lisbona è già pronta per guardare al futuro.

Sotto la guida di architetti di fama internazionale, che rappresentano i suoi moderni ammiragli, la bella capitale lusitana non perde di vista gli interventi di riqualificazione, volti a renderla ancor più luccicante agli occhi di coloro che ogni anno la visitano e che le consentono di essere sempre più un punto di riferimento per gli amanti di architettura, arte e design.
Belém, dove il passato incontra il futuro – Il nuovo polo architettonico è il quartiere di Belém, che si affaccia sul fiume Tago. Qui, antichità e innovazione convivono perfettamente: a grandi classici in stile manuelino quali la Torre di Belém e il Mosteiro dos Jerónimos – entrambi dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco – si affianca il pionieristico MAAT, il Museo di Arte, Architettura e Tecnologia inaugurato il 5 ottobre 2016. Si tratta di un edificio-museo dalle linee sinuose che unisce arti visive, architettura e tecnologia che lambisce un’ex centrale elettrica di inizio Novecento, oggi sede del Museu da Electricidade, tra i più visitati del paese. L’area museale si colloca alla perfezione all’interno del paesaggio urbano e naturale circostante: questo è dovuto, in parte, alla copertura ondulata che richiama proprio la superficie del fiume, grazie al rivestimento composto da circa 15.000 piastrelle in calçada, la ceramica degli azulejos.
Il Parque das Naçoes, il quartiere fieristico – Qui arrivò il primo soffio di modernità, che rapidamente invase l’intera città. Realizzato in occasione di Expo 1998, il Parco delle Nazioni è uno dei simboli della maestosa opera di rigenerazione: grazie agli architetti Siza Vieira, Peter Schermayef e Calatrava, quest’area industriale dismessa è stata riconvertita a centro culturale, scientifico, tecnologico, ludico e sportivo. Tante sono le attività che si possono svolgere al suo interno, dallo jogging allo shopping, senza dimenticare una visita alla Torre Vasco da Gama e all’Océanario. Le due strutture, rispettivamente a nord e a sud del parco, sono collegate dal Teleferico, funivia dalla quale si può ammirare un panorama inedito.
La Baixa e il Chiado: il centro storico si rinnova – Anche i quartieri più centrali non sono tuttavia esenti da trasformazioni. Partiamo dalla Baixa, dove nel 2009 si è trasferito il MUDE, il Museo del Design e della Moda, precedentemente situato nella cornice del Centro Cultural de Belém. Quello che una volta era il Banco Nacional Ultramarino ospita ora una curata selezione di capi di alta moda e di oggetti di design firmati da Philippe Stark, Arne Jacobsen, Charles Eames, Tom Dixon e molti altri. Ironia della sorte, “mude” in portoghese significa proprio “cambiare”: nessun altro gioco di parole potrebbe essere più azzeccato. Spingendosi un po’ più a nord, in direzione Parque Eduardo VII, si incontrerà la Fondazione Calouste Gulbenkian, un’area dedicata al sapere e alla cultura umanistica. Ancora una volta, l’armonia col paesaggio circostante è un tratto distintivo del museo.
I dintorni: Cascais e Sintra – L’onda di modernità si espande anche oltre i confini della capitale, in particolare a Cascais, dove si trova la Casas das Historias Paula Rego, progettata dall’architetto Souto de Moura e aperta al pubblico nel 2009. La costruzione, di un rosso mattone intenso che contrasta col verde brillante degli eucalipti, riprende la forma delle tradizionali case costruite nel XX secolo nella zona di Cascais. Infine, parlando di architettura non si possono non menzionare il Palácio Nacional da Pena e il Palácio de Monserrate, entrambi a Sintra. Se nel primo convivono vari stili (gotico, manuelino, arabo, rinascimentale e barocco), il secondo è completamente d’ispirazione moresca ed è caratterizzato da pietre finemente intagliate e pattern geometrici.
Per maggiori informazioni: www.visitlisboa.com

Sotto la guida di architetti di fama internazionale, che rappresentano i suoi moderni ammiragli, la bella capitale lusitana non perde di vista gli interventi di riqualificazione, volti a renderla ancor più luccicante agli occhi di coloro che ogni anno la visitano e che le consentono di essere sempre più un punto di riferimento per gli amanti di architettura, arte e design.
Belém, dove il passato incontra il futuro – Il nuovo polo architettonico è il quartiere di Belém, che si affaccia sul fiume Tago. Qui, antichità e innovazione convivono perfettamente: a grandi classici in stile manuelino quali la Torre di Belém e il Mosteiro dos Jerónimos – entrambi dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco – si affianca il pionieristico MAAT, il Museo di Arte, Architettura e Tecnologia inaugurato il 5 ottobre 2016. Si tratta di un edificio-museo dalle linee sinuose che unisce arti visive, architettura e tecnologia che lambisce un’ex centrale elettrica di inizio Novecento, oggi sede del Museu da Electricidade, tra i più visitati del paese. L’area museale si colloca alla perfezione all’interno del paesaggio urbano e naturale circostante: questo è dovuto, in parte, alla copertura ondulata che richiama proprio la superficie del fiume, grazie al rivestimento composto da circa 15.000 piastrelle in calçada, la ceramica degli azulejos.
Il Parque das Naçoes, il quartiere fieristico – Qui arrivò il primo soffio di modernità, che rapidamente invase l’intera città. Realizzato in occasione di Expo 1998, il Parco delle Nazioni è uno dei simboli della maestosa opera di rigenerazione: grazie agli architetti Siza Vieira, Peter Schermayef e Calatrava, quest’area industriale dismessa è stata riconvertita a centro culturale, scientifico, tecnologico, ludico e sportivo. Tante sono le attività che si possono svolgere al suo interno, dallo jogging allo shopping, senza dimenticare una visita alla Torre Vasco da Gama e all’Océanario. Le due strutture, rispettivamente a nord e a sud del parco, sono collegate dal Teleferico, funivia dalla quale si può ammirare un panorama inedito.
La Baixa e il Chiado: il centro storico si rinnova – Anche i quartieri più centrali non sono tuttavia esenti da trasformazioni. Partiamo dalla Baixa, dove nel 2009 si è trasferito il MUDE, il Museo del Design e della Moda, precedentemente situato nella cornice del Centro Cultural de Belém. Quello che una volta era il Banco Nacional Ultramarino ospita ora una curata selezione di capi di alta moda e di oggetti di design firmati da Philippe Stark, Arne Jacobsen, Charles Eames, Tom Dixon e molti altri. Ironia della sorte, “mude” in portoghese significa proprio “cambiare”: nessun altro gioco di parole potrebbe essere più azzeccato. Spingendosi un po’ più a nord, in direzione Parque Eduardo VII, si incontrerà la Fondazione Calouste Gulbenkian, un’area dedicata al sapere e alla cultura umanistica. Ancora una volta, l’armonia col paesaggio circostante è un tratto distintivo del museo.
I dintorni: Cascais e Sintra – L’onda di modernità si espande anche oltre i confini della capitale, in particolare a Cascais, dove si trova la Casas das Historias Paula Rego, progettata dall’architetto Souto de Moura e aperta al pubblico nel 2009. La costruzione, di un rosso mattone intenso che contrasta col verde brillante degli eucalipti, riprende la forma delle tradizionali case costruite nel XX secolo nella zona di Cascais. Infine, parlando di architettura non si possono non menzionare il Palácio Nacional da Pena e il Palácio de Monserrate, entrambi a Sintra. Se nel primo convivono vari stili (gotico, manuelino, arabo, rinascimentale e barocco), il secondo è completamente d’ispirazione moresca ed è caratterizzato da pietre finemente intagliate e pattern geometrici.
Per maggiori informazioni: www.visitlisboa.com

{{{commento}}}

(A cura della redazione di Tgcom24.it)

Leggi l’articolo originale

Clicca per commentare

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

PIU' LETTI

SkyBooking24 - Il miglior motore di ricerca per voli low cost e offerte di Hotel totalmente indipendente e gratuito. Trova le migliori offerte di voli low cost confrontando centinaia di siti di viaggi e compagnie aeree. Trovare le migliori offerte di voli low cost con SkyBooking24 è facile: effettua una ricerca e confronta i prezzi dei biglietti aerei nei risultati di ricerca, seleziona il volo più economico o più adatto alle tue esigenze e in pochi click acquisterai il tuo biglietto direttamente sul sito dell’agenzia partner o della compagnia aerea. SkyBooking24 cerca il miglior prezzo per voli diretti, voli low cost, voli di andata e ritorno o di solo andata. SkyBooking24 ti garantisce che tutte le compagnie o agenzie presenti nei risultati di ricerca sono affidabili al 100% ed è solo il meglio che puoi trovare sul web. Dopo aver acquistato il tuo volo è tempo di pensare a dove alloggiare, e perchè farlo nel primo Hotel che ti capita? Usa il potente motore di ricerca per Hotel e trova le offerte di Hotel in tutto il mondo confrontando i risultati di migliaia di hotel in tutto il mondo, leggi le recensioni degli altri utenti e scegli la tua camera per un viaggio da sogno!

Copyright © 2014 Skybboking24.com

To Top